GOCCE DI SPIRITUALITà: perché?

 Il film su Chiara Lubich, mandato in onda dalla Rai nel gennaio 2021, “L’amore vince tutto”, ha interessato tante persone. Anche chi ha lavorato alla sua realizzazione è rimasto colpito dalla figura di Chiara. “In questi giorni che iniziano le prime vaccinazioni contro il virus del Covid, penso che la figura di Chiara Lubich sia una vaccinazione per lo spirito, per milioni di italiani. (…) Oggi c’è una specie di gravità verso il basso, verso il brutto, il male. La Lubich fa volare verso l’alto. Rappresenta la cura per lo spirito per l’inizio di questo 2021”, così il produttore Luca Barbareschi. E Cristiana Capotondi, la protagonista del film: “Sicuramente è stata un’esperienza totalizzante, mi porto dietro una grande spiritualità (…) Il motto di Chiara è che ‘tutti siano uno’ ed è un messaggio attuale in tempo di Covid: dall’epidemia o si esce tutti insieme o non ne esce nessuno.”

Il film ha suscitato la voglia di conoscere di più l’esperienza di Chiara Lubich, la spiritualità che la anima e la storia del movimento dei focolari da lei fondato. È nato il desiderio di esplorare questa sete di spiritualità che ci portiamo dentro, di cercare una luce che ci aiuti a trovare direzione in questo tempo in cui si cammina a tentoni. Per offrire qualche goccia di questa spiritualità, nei mesi di marzo, aprile e maggio, proponiamo dei weekend di approfondimento del carisma dell’unità, in modalità residenziale per facilitare l’approccio esperienziale. Contattateci per ulteriori dettagli e per le prenotazioni.